Scoprite le bellezze naturali di Portovenere

Quest’angolo di Liguria vi sorprenderà

Una lingua di terra che si protende sul mare come la prua di una nave. Borgo già noto ai tempi dei romani, il suo porto ha rappresentato nei secoli sicura protezione e scalo per le imbarcazioni che solcavano il Mediterraneo, è stato scelto per la sua unicità come meta e come residenza da intellettuali, poeti e viaggiatori d’elite sin dalla fine del XIX secolo.

Portovenere è la porta di accesso alle Cinque Terre diventate recentemente una delle destinazioni più famose nel mondo per la bellezza della natura, del mare e per le innumerevoli possibilità di escursioni a piedi ed in barca. A breve distanza si possono raggiungere altre mete come Portofino, Lerici, Carrara e molte altre.

A 5 MINUTI

San Pietro


Facilmente raggiungibili a piedi, proprio qui a Portovenere, possiamo elencare come maggiori attrattive le seguenti:

CHIESA DI SAN PIETRO: Splendida chiesa a picco sul mare, fu eretta nel 1198 ma ancora ad oggi, grazie all’accessibilità per le visite turistiche ogni giorno, si può ammirare la sua bellezza intatta nel tempo.  

GROTTA ARPAIA (BYRON): Suggestiva grotta accessibile a piedi, situata ai piedi della Chiesa di San Pietro.

CASTELLO DORIA DI PORTOVENERE: Costruito nei secoli XII-XIV, il castello apparteneva alla famiglia Doria che ebbe un ruolo importantissimo nella vita della Repubblica di Genova. Ad oggi è una delle curiosità maggiori di Portovenere, dal quale inoltre si può godere di una suggestiva vista dell’intero paese.

CHIESA DI SAN LORENZO: La chiesa fu eretta tra gli anni 1118 e 1130, conservatasi ottimamente nel tempo, è oggi sede della Festa annuale dedicata alla Madonna Bianca, Santa protettrice di Portovenere (ogni 17 Agosto).

BORGO ANTICO DI PORTOVENERE: Suggestivo e ben curato il borgo di Portovenere, nel quale si entra tramite un’antica porta, oltre a dare la sensazione di ritornare all’antico splendore del villaggio peschereccio che era, odiernamente offre una via di negozi e locali nei quali si possono degustare ed acquistare tipici prodotti liguri.

LE ISOLE: Con la sua area di 1,89 kilometri quadrati, l’isola Palmaria è sicuramente la maggiore dell’Arcipelago spezzino il quale completa la sua formazione con le isole Tino e Tinetto. Dal 1997, l’Arcipelago spezzino, così come Portovenere e le Cinque Terre, è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Facilmente raggiungibile con il battello, è sicuramente il posto ideale dove passare una giornata per gli amanti del mare e della natura. Sull’isola inoltre sorgono molte costruzioni di carattere militare e di grande interesse storico come il Forte conte di Cavour, la torre corrazzata Umberto I o gli svariati bunker risalenti alla seconda guerra mondiale. La superficie dell’isola del Tino, è interamente riservata all’uso militare, per tale ragione è possibile visitarla in sole due occasioni l’anno: il 13 settembre, per la festa di San Severo e la domenica successiva. Nonostante negli altri giorni sia vietato l’accesso ad essa, è possibile ammirarla dal mare grazie al giro organizzato delle tre isole. Con la sua superficie di appena 0,006 kilometri quadrati, l’isola del Tinetto è sicuramente la più piccola dell’Arcipelago spezzino. Anche se completamente priva di vegetazione arborea è stata in passato insediamento di comunità religiose; da questo la presenza di un piccolo oratorio (nella parte occidentale) e dei resti di una chiesa nella parte orientale. A differenza del Tino, il Tinetto è accessibile ai privati cittadini, che possono ormeggiare i mezzi natanti e sostarvi nel rispetto del regolamento per la tutela marina del parco naturale regionale di Porto Venere. Altrimenti, anch’esso, come Palmaria e Tino, è ammirabile via mare grazie al giro delle tre isole sopra nominato.

A 30 MINUTI

Cinque Terre

LERICI: Caratteristico e suggestivo borgo di origine romana, è oggi meta per molti turisti attratti dal castello medievale che lo domina (odierna sede di un museo paleontologico) e dalla sua romantica passeggiata lungomare affiancata da una moltitudine di bar e ristoranti. 

LA SPEZIA: Il capoluogo provinciale di La Spezia, si presenta come una tipica città di porto, priva di zone balneari; sede di svariati punti di interesse storico, spicca sicuramente fra essi il Museo Navale. Il capoluogo, come tale, con il suo arsenale, il porto, le vie commerciali ed il nuovo centro fieristico, è considerabile il fulcro economico della riviera ligure in cui sorge. 

RIOMAGGIORE: Prima fra le famose “Cinque Terre”, Riomaggiore si presenta come un borgo stretto fra due colline terrazzate che scendono al mare in ripide balze, colpendo il visitatore con gli sgargianti colori delle sue case costruite in verticale. All’interno del borgo, si presentano come degni di nota i tre oratori presenti (Oratorio di Santa Maria Assunta, Oratorio di Sant’Antonio Abate e Oratorio di San Rocco) ed il castello che, dagli estremi del pendio, domina il borgo. Per gli amanti delle escursioni, Riomaggiore offre anche la possibilità di effettuare visite guidate subacque nel limpido mare della Riserva Marina; inoltre si presenta come un ottimo punto di inizio per escursioni pedestri lungo i sentieri delle Cinque Terre (tra i più famosi la “Via dell’Amore”). 

MANAROLA: Anche Manarola, come Riomaggiore, si distingue per i suoi colori vivaci e solari, tipici di questo tratto di Riviera Ligure. Tra i suoi terrazzamenti a mare si possono notare svariate coltivazioni di ulivi e vigneti; fin dai tempi antichi infatti Manarola, era considerata un importante centro di coltivazione dei suddetti prodotti; proprio per questo infatti, è possibile ammirare ancora oggi, nella parte bassa del paese, il vecchio mulino e frantoio restaurato dal Parco Nazionale.

A 50 MINUTI

Luni Statues

CORNIGLIA: Il borgo di Corniglia si trova in posizione centrale rispetto alle altre cittadine delle Cinque Terre e si differenzia ulteriormente da esse in quanto è l’unica che non si affaccia direttamente sul mare, ma si trova sulla cima di un promontorio alto circa novanta metri; proprio per questo motivo l’unico modo per raggiungerla è tramite la famosa scalinata detta “Lardarina”. Tra i punti di interesse degni di nota, possiamo sicuramente nominare la parrocchia di San Pietro e la terrazza Belvedere di Santa Maria.

VERNAZZA: Suggestivo borgo delle “Cinque Terre”, anche Vernazza presenta un’architettura a terrazze a picco sul mare con caseggiati colorati che si sviluppano per lo più in modo verticale. Considerata la sua ottimale ubicazione geografica fu sfruttata in passato come posizione strategica di avvistamento; oggi anch’essa meta di visite turistiche, non offre solamente uno splendido panorama ma anche molte architetture di interesse religioso (chiese e santuari) e storico/militare come il Castello dei Doria. Vernazza è facilmente raggiungibile sia in battello che in macchina o in treno, essendo dotata di una stazione.

MONTEROSSO: Forse una delle più rinnomate tra le “Cinque Terre”, Monterosso si presenta sicuramente la più indicata per gli amanti della spiaggia, grazie alla sua struttura costiera sabbiosa. Anch’essa dotata di vari luoghi di interesse storico e culturale, fra essi possiamo sottolineare la famosa Statua del Gigante, la quale domina l’omonima spiaggia e Villa Montale, la casa estiva del celeberrimo poeta e premio Nobel Eugenio Montale. Come linea di confine ultimo delle “Cinque Terre”, Monterosso, si presenta facilmente raggiungibile in traghetto o in treno (anch’essa è dotata di una stazione), mentre risulta sconsigliabile il tragitto in macchina (per il tempo d’impiego maggiore rispetto agli altri due mezzi).

SARZANA: Tipica cittadina medievale, Sarzana si presenta come l’ultima rappresentanza del territorio ligure prima della Toscana. Nata come cittadina circondata da mura fortificate, a Sarzana è possibile ancora oggi ammirare le splendide porte che fungevano da duplice ingresso alla città ed i due castelli che la dominano (la Fortezza di Sarzanello e la Fortezza Firmafede). Per gli amanti della storia, Sarzana, con i suoi castelli, torri e chiese, risulta assolutamente una meta da non perdere. Durante il periodo estivo, inoltre, è sede di svariate manifestazioni di carattere culturale, storico e commerciale.

TELLARO AND FIASCHERINO: Situati sulla collina che domina la cittadina di Lerici, Tellaro e Fiascherino si presentano come due suggestivi borghi a picco sul mare, dai quali si può godere di uno splendido panorama; rinnomati anche per le loro acque limpide, con le piccole spiagge a caletta ed alcuni stabilimenti balneari esclusivi, sono il posto ideale per tutti gli amanti del relax. Nelle vie centrali di queste due cittadine, inoltre sorgono una moltitudine di ristoranti con specialità di pesce, alcuni di essi collocati proprio in riva al mare. Degna di nota, per quanto riguarda Tellaro, la folcloristica leggenda del “Polpo Campanaro”, il quale durante un attacco notturno da parte di navi pirata diede l’allarme arrampicandosi fino a raggiungere le campane della torre; così facendo riuscì a svegliare l’intero paese che rispose all’attacco e fu salvo. A questa fantomatica figura, ancora oggi simbolo della cittadina, è dedicato un muro dipinto all’entrata del paese, ai piedi del suddetto campanile.

LUNI: La cittadina di Luni nasce nel 177 a. C. come avamposto della legione romana durante la battaglia contro i Liguri. Il nome, derivante dalla Dea Lunae, per la linea falciforme del territorio, sembra a tutti gli effetti voler sottolineare la sua analogia con il quasi omonimo satellite. La cittadina, viste le sue importanti origini, fu già sottoposta a numerosi scavi archeologici fin dal Rinascimento i quali portarono alla luce numerose iscrizioni, tra le quali le famose statue lunae, a testimonianza del suo importante passato e della molteplicità di culti divini che vi erano presenti. Raffiguranti soprattutto le gesta e la vita di personaggi importanti come magistrati, industriali e commercianti oppure di vere e proprie divinità, queste iscrizioni sono esposte al giorno d’oggi al Museo Archeologico Nazionale di Luni.

BOCCA DI MAGRA: Bocca di Magra, come suggerito dal nome, è una cittadina che sorge proprio nel punto esatto in cui il fiume Magra sfocia nel mar Ligure. Dotata di un piccolo porto turistico, è in grado di offrire servizi di manutenzione, varo e simili, a tutti i proprietari di un mezzo natante. Davvero suggestiva, specialmente di sera, la visione del fiume che incontra il mare, il tutto reso ancora più piacevole dalla camminata illuminata lungo fiume che Bocca di Magra offre.

AD UN’1 ORA ½

Portofino

PORTOFINO: Il promontorio di Portofino, oggi famoso soprattutto per il suo turismo d’ élite, costituisce anche un parco di notevole importanza naturalistica dovuta alla particolarità del suo habitat marino, proclamato infatti sito di interesse comunitario. Portofino, si presenta come la meta ideale per gli amanti dello shopping e della movida, con la sua varietà di locali e negozi è infatti in grado di soddisfare anche il visitatore più esigente. Mentre per quanto riguarda il carattere storico e militare spicca il Castello Brown, oggi sede di esposizioni culturali di ogni genere.

SAN FRUTTUOSO: Situata tra Camogli e Portofino, la splendida baia di San Fruttuoso, raggiungibile soltanto via mare o a piedi, offre una visione davvero unica e suggestiva a tutti i passanti e visitatori. Nello specchio d’acqua antistante questo splendido borgo, proprio ai piedi della suggestiva omonima Abbazia, si trova una fluttuante statua bronzea con le braccia protese verso l’alto in segno d’invocazione, raffigurante Cristo, posta a ricordo dei morti in mare e di quanti al mare hanno dedicato la propria vita. Posata nelle acque del borgo di San Fruttuoso nel 1954, per iniziativa di Duilio Marcante, figura leggendaria della subacquea italiana, la statua del Cristo degli Abissi, è diventata un simbolo per tutti i subacquei e una delle immersioni più famose del mondo.

VERSILIA: La Versilia, è la parte di Toscana proprio al confine con la Liguria; famosa grazie principalmente a due delle sue cittadine (Viareggio e Forte dei Marmi) da molti anni a questa parte è divenuta meta di turismo d’élite. Per quanto riguarda Forte dei Marmi, sicuramente da sottolineare sono i suoi stabilimenti balneari privati molto ben curati e raffinati ed i suoi negozi a cinque stelle, dove potrete trovare ogni rappresentante della moda italiana e non solo. Per quanto anche Viareggio abbia un’ottima via commerciale, quest’ultima è più famosa forse per il suo folcloristico carnevale, durante il quale ogni anno sfilano decine di coloratissimi carri e maschere. La Versilia, inoltre, è molto conosciuta da tutti gli amanti della movida serale, infatti lungo la strada costiera, vi risiede una moltitudine di locali di ogni genere e per ogni gusto.

CARRARA: La cittadina di Carrara, famosa in tutto il mondo per il suo pregiatissimo marmo, si presenta divisa in due parti, quella costiera (Marina di Carrara), con il suo porto e la passeggiata lungo mare e quella più interna, dove è possibile ammirare oltre al centro storico della città, davvero molto suggestivo, le famigerate Cave di Marmo bianco (collocate più in collina rispetto al centro cittadino). Quest’ultime, grazie alla loro collocazione riescono ad offrire al visitatore un panorama incantevole arricchito, da agriturismi tipici dove poter gustare le specialità del posto, come il famoso Lardo di Colonnata, e da un museo, interamente dedicato alla storia delle Cave ed alle tecniche di escavazione passate ed odierne.

DAL MARE ALLA MONTAGNA

Nira Montana Hotel

Grand Hotel Portovenere è lieto di presentarvi e consigliarvi il partner Nira Montana di La Thuile (Valle d’Aosta) per i vostri soggiorni in montagna. Per gli Ospiti di Grand Hotel Portovenere, Nira Montana offre uno sconto del 10% per prenotazioni dirette su tutte le loro tariffe. 


Basta confermare il codice: PV-PALMARIA per ricevere il 10% di sconto. 
*Offerta soggetta a termini e condizioni

Prenota Direttamente: Vantaggi Esclusivi